Elisabetta Kalb

Referente area sociale

Nata a Bolzano, trascorre la sua infanzia tra i boschi della Val di Non e le spiagge del Veneto.

Frequenta la facoltà di Sociologia a Trento, appassionandosi, inizialmente, alla gestione delle organizzazioni e, poi, al tema dello straniero.

Entra nel sociale a vent'anni, dando sostegno nei compiti ai bimbi del campo Rom di Bolzano, allacciando anche relazioni significative che le permetteranno di scrivere la tesi proprio sul mondo dei Rom della ex Jugoslavia.

Dal 2003 lavora presso l'associazione "La Strada-Der Weg" di Bolzano prima come educatrice e poi come coordinatrice del progetto di accoglienza per vittime di tratta e sfruttamento - sessuale e lavorativo. Nell'ambito della violenza alle donne partecipa anche alla formazione nelle scuole medie e superiori della città.

Attualmente è educatrice in una comunità per minori.

Per l'Associazione Grande Quercia si occupa della formazione e supervisione del gruppo di famiglie che vogliono prestare servizio volontario con stranieri in situazione di bisogno.

Insieme al marito Stefan cresce i suoi quattro bimbi Elia, Giona, Mariapia e Abram e porta avanti con dedizione il progetto di essere una famiglia affidataria.

Ama pedalare in bicicletta, leggere, soprattutto libri per bambini, andare a teatro e stare nei boschi.